Come fare una caricatura a mano

caricature: richiedila online

La caricatura è un tipo di rappresentazione grafica molto divertente che ha la caratteristica di essere accessibile a chiunque, anche a chi non ha particolari capacità di disegno.

Una volta imparati i passi fondamentali e aguzzata la vista infatti si è già a buon punto, poiché il resto, ossia la pratica, è sicuramente la parte più piacevole ed agevole.

Inoltre questo stile è basato su pochi concetti di base, per cui oltre ad essi bisogna avere a disposizione soltanto estro, costanza e tempo.

Ebbene, ecco quindi come disegnare caricature a mano:

 

Osservare il soggetto

 

La caricatura non è altro che una rappresentazione di una persona che va ad evidenziare ed esagerare le caratteristiche fisiche del soggetto.

L’operazione preliminare è quindi l’osservazione.

Studiare il volto e il fisico dell’individuo che si deve disegnare è una tappa obbligatoria. Bisogna allenare l’occhio a cogliere i tratti essenziali della persona.

Questi ultimi tutto sommato si possono ridurre a 5.

 

Le 5 forme base della caricatura

 

La sezione principale della caricatura, nonché la parte che più di tutte deve restituire l’immagine del soggetto, è sicuramente il viso.

Le 5 forme quindi corrispondono alle cinque parti del volto, ossia:

la testa

  • i due occhi
  • il naso
  • la bocca

Cogliendo in questi 5 componenti degli elementi identificativi si può riuscire a colpire nel segno creando una caricatura degna di questo nome.

 

Individuare le caratteristiche del soggetto

 

In generale, sia che si parli dei lineamenti del viso che delle fattezze fisiche, un caricaturista deve avere spirito di osservazione ed essere in grado di cogliere quelle differenze, che nella stragrande maggioranza delle volte sono davvero microscopiche, sulle dimensioni dei tratti.

Sono quei pochi millimetri a fare la differenza tra, per esempio, delle labbra gonfie e delle labbra sottili oppure tra due occhi lontani o vicini tra loro.

L’operazione è meno complessa di quel che sembra, poiché l’occhio e il cervello percepiscono subito le relazioni tra le parti del viso e del corpo, tutto sta nell’analizzarle e rielaborarle su carta. ù

 

Dare il via alla parte pratica

 

Nel concreto per realizzare una caricatura sono necessari soltanto un foglio, una matita e un pennarello.

Nei primi approcci alle caricature è necessario dividere il disegno in due step.

Step 1: disegnare un ritratto normale

La prima parte consiste nel prendere un foglio il più possibile trasparente e tracciare lineamenti realistici.

Step 2: esagerare

Per la seconda parte è bene sovrapporre al disegno un altro foglio e provare a partire dai lineamenti reali per poi modificarli, enfatizzandoli e portandoli all’esagerazione.

Concluso il disegno si passa ai ritocchi.

 

Come capire se la caricatura è riuscita?

 

Una buona caricatura deve possedere 2 requisiti fondamentali:

  • deve far pensare subito alla persona disegnata
  • deve storpiare e ingigantire le caratteristiche del soggetto

Se il disegno non presenta uno dei due elementi allora può dirsi riuscito solo in parte.

È normale che le prime caricature somiglino di più a dei ritratti: con l’esperienza e l’abitudine viene tutto più semplice, finché arriverà il momento in cui non servirà più dividere il disegno in due step e basteranno poche occhiate e qualche tratto ben marcato per disegnare una caricatura eccezionale.

Be the first to comment

Leave a Reply

Your email address will not be published.


*