Denti gialli come prevenire e rimediare

denti gialli

Un sorriso che ammalia
I denti, punto di forza o tasto dolente durante i momenti in cui la relazione con il pubblico si manifesta attraverso il sorriso. Punto di forza in condizioni di ottima cura, pulizia, colore: tasto dolente nelle situazioni nelle quali la bocca si dischiude ma l’arcata dentale non è al top.
Questa situazione incide anche psicologicamente nel vostro rapporto con gli altri: non si può negare che la consapevolezza di non avere un sorriso ‘bianco e splindente’ come recitava in una famosa pubblicità di una marca di dentifricio anni fa l’attore Carlo Dapporto, storpiando volutamente quello splendente con ‘splindente’, vi condiziona nel trattenere quello che invece è la manifestazione più sincera, a volte disarmante del viso, il sorriso.
Questo vale in coppia, durante un flirt, nei rapporti d’amicizia o sul lavoro.

Non tutto è perduto
Fortunatamente le possibilità di mostrare un sorriso nel quale l’avorio dei denti illumina il viso, sono oggi molteplici e di sicuro effetto: la scuola ortodontica e preventiva, soprattutto di matrice americana, ha concesso possibilità molteplici per la cosmetica dentaria, un importante range d’offerta all’interno di studi medici oramai definitivamente eletti a centri di cosmetica rivolti al sorriso.

Lo sbiancamento naturale
Anche il settore naturalistico si è specializzato grazie ad alcune indicazioni in ambito di cosmetica dentaria: dai consigli della nonna e della tradizione popolare, ai rimedi tipici delle erboristerie, diverse nìsono le teniche, principalmente non invasive, a disposizione della vostra arcata dentaria.
In alcuni ambiti possono fornire risultati apprezzabili seppure la condizione di base prevede una salute del cavo orale ottimale, in assenza di carie, gengiviti, ascessi.
Per questi motivi è sempre meglio rivolgersi ad uno studio medico specializzato.
Su podio dei prodotti il primo posto è occupato dal bicarbonato di sodio, il quale effettivamente apporta benefici rivolti all’attenuazione del giallo dentale ma presenta anche alcune controindicazioni.
L’uso prolungato nel tempo del bicarbonato di sodio infatti può compromettere la flora gengivale e dentaria, il sanguinamento delle gengive ed una fastidiosa ipersensibilità del cavo orale.

Le tecniche d’ambulatorio
la cura del cavo orale principalmente si svolge agli studi ambulatoriali tramite tecniche oggi non più invasive, dolorose, efficaci nel ridare brillantezza allo smalto ed al sorriso.
Fumo di sigaretta, caffè, chewing gum, il cibo stesso, nel tempo deteriorano lo stato dello smalto ed il colore naturale: le tecniche cosmetiche e curative in rapido tempo possono ripristinare, oggi a costi contenuti, il colore e la sicurezza nel sorrisoa ‘tutta bocca’.
In queste situazioni il bleaching professionale, sia impiegando perossido di idrogeno nelle percentuali del 35-38%, o il bicarbonato di sodio, consentono interventi rapidi e di pronta efficacia, così come il laser, poco invasivo e dal costo contenuto.
Tra le innovazioni cosmetiche si è recentemente imposta anche la tecnica delle faccette dentali, in termini medici ‘veeners’, sagomando sui denti particolari involucri di ceramica protettiva, rivolgendosi, dopo un’accurata cura di base, ad ogni dente considerando lo stato dello stesso, soprattutto per i denti principali del sorriso. I ‘veeners’ applicati hanno una lunga durata, consentono il rivestimento totale e protettivo del dente offrendo al mondo un sorriso candido, brillante e duraturo.

Be the first to comment

Leave a Reply

Your email address will not be published.


*